Guida alla Fattura Elettronica: i soggetti obbligati ed esonerati

di Redazione

Pubblicato il 3 maggio 2022

Fattura elettronica: introduzione alla guida approfondita a cura di TeamSystem aggiornata a tutte le novità 2022. Dal primo luglio la fattura elettronica riguarderà anche i contribuenti forfettari e le operazioni transfrontaliere.

Ottimizzare le attività di controllo e prevenire l’evasione fiscale: sono queste le ragioni per le quali è stata introdotta la fatturazione elettronica dal Decreto Legislativo 52/2004.

Una misura divenuta gradualmente obbligatoria a partire dal 2014, quando Pubblica Amministrazione, Ministeri, Enti nazionali di previdenza e assistenza sociale, Agenzie fiscali, imprese e privati sono stati costretti a passare al formato digitale.

Nonostante sia stata già fatta molta strada, i lavori per estendere la fatturazione elettronica sono ancora in corso.

Dal 1° luglio 2022, infatti, anche le operazioni transfrontaliere saranno registrate in modalità digitale.

E c’è ancora tanto da lavorare nel prossimo futuro, soprattutto in materia di privacy, un terreno sul quale Agenzia delle Entrate e Garante della Privacy sono da anni faccia a faccia per far sì che le operazioni di controllo siano effettuate nel pieno rispetto della tutela dei dati personali.

guida alla fatturazione elettronica

 

Fatturazione elettronica: obbligo, esonero o divieto?

Ma quali sono i soggetti obbligati all’emissione della fattura elettronica? E quali sono, invece, quelli esonerati da tale obbligo?

TeamSystem – leader italiano nel mercato delle soluzioni e dei servizi digitali per la gestione del business di imprese, professionisti e associazioni – nellaGuida alla Fattura Elettronica spiega cos’è e come viene disciplinata la e-fattura e tutti gli elementi fondamentali da conoscere su questo tema.

Come si legge dalla guida di TeamSystem, la fattura elettronica è obbligatoria per tutti i soggetti residenti o stabiliti nel territorio dello Stato che effettuano tra loro operazioni di cessioni di beni e prestazioni di servizi (art. 1 del Decreto Legislativo 127/2015).

 

Tuttavia, non tutti sono costretti ad emettere la fattura elettronica. Infatti, esistono soggetti che sono esonerati da questo obbligo e altri per cui vige un assoluto divieto.

In quest’ultimo gruppo rientrano tutti i soggetti che operano nel settore sanitario, i quali, anche per il 2022, saranno obbligati ad emettere le fatture in formato cartaceo.

guida alla fatturazione elettronica

Nella prima categoria, invece, rientrano:

  • coloro che si avvalgono del regime di vantaggio;
     
  • coloro che hanno esercitato l’opzione prevista dagli articoli 1 e 2 della legge, n. 398/1991 se nel periodo d’imposta precedente hanno conseguito, dall’esercizio di attività commerciali, proventi fino a 65.000,00 euro;
     
  • associazioni senza fini di lucro;
     
  • pro-loco;
     
  • associazioni sportive dilettantistiche.

In tal senso, particolare è il caso dei titolari di partita IVA in regime forfettario, per cui l’adesione alla fatturazione elettronica è facoltativa e incentivata da uno specifico regime premiale. Una situazione, però, destinata a cambiare: il Ministero dell’Economia e delle Finanze, infatti, a partire dal 1° luglio 2022, introdurrà l’obbligo anche ai forfettari, nel rispetto di quanto previsto dal PNRR. La norma è stata emanata col DL 36/2022 pubblicato sabato 30 aprile scorso.

 

Redazione

Martedì 3 Maggio 2022