Test di operatività: la rivalutazione dei beni di impresa incide sul relativo risultato

di Nicola Forte

Pubblicato il 5 aprile 2022

La rivalutazione dei beni di impresa ha rappresentato un’ottima opportunità soprattutto per le imprese che possedevano beni immobili acquistati in “epoca remota”... ma in alcuni casi la scelta effettuata potrebbe creare problemi.

Rivalutazione dei beni di impresa: come influisce sul test di operatività?

Ai fini dell’effettuazione del test di operatività è necessario tenere conto dei maggiori valori dovuti alla rivalutazione dei beni di impresa.

Sotto questo profilo la scelta effettuata in alcuni casi potrebbe rivelarsi meno vantaggiosa. 

Infatti, la rivalutazione determina l’incremento dei ricavi presunti, ma limitatamente ad un solo anno del triennio preso in considerazione ai fini del test.

La pandemia non è stata sufficiente per convincere il legislatore a decretare perlomeno la sospensione della disciplina in commento.

Conseguentemente, la normativa risulterà applicabile anche con riferimento al prossimo anno oggetto di dichiarazione, quindi il periodo d’imposta 2021. 

In caso di mancato superamento del test, i contribuenti dovranno valutare le possibili soluzioni da adottare al fine di non dichiarare il “reddito minimo”.

Al fine dell’effettuazione del test dovranno essere presi in considerazione i ricavi presunti determinati appl