Misure di sostegno al reddito 2022: i vari bonus Inps

di Angelo Facchini

Pubblicato il 5 febbraio 2022

Facciamo il punto sui diversi bonus che l'INPS erogherà nel 2022 a sostegno del reddito: l'Assegno Unico per figli, il bonus asili nido e quello di maternità, il bonus lavoratori fragili e quello casalinghe.

La legge di bilancio 2022 ha introdotto varie misure di sostegno a favore di famiglie e imprese, in questo articolo analizziamo i bonus che saranno erogati dall'INPS.

Le voci in esame sono: l’Assegno Unico, il bonus asilo nido, il bonus casalinghe e la carta acquisti.

 

Legge di Bilancio 2022: nuovi sostegni a famiglie e imprese

Assegno Unico

Bonus Inps 2022L’Assegno Unico accorpa in un’unica prestazione vari bonus precedenti; viene corrisposto per la presenza di figli, anche maggiorenni, è possibile richiederlo fino al compimento di 21 anni da parte del figlio.

La novità principale è che trattasi un assegno “universale” che può essere richiesto da tutte le famiglie italiane, sia se i genitori sono lavoratori dipendenti, sia lavoratori autonomi, sia non abbiano un lavoro effettivo.

Il pagamento è mensile e la cifra varia in base al numero di componenti della famiglia, al numero dei figli presenti, e a carico, e in base all’ISEE, che rappresenta la situazione reddituale e patrimoniale della famiglia.

Può essere richiesto anche in assenza di ISEE, solo, che in questo caso, verranno erogati gli importi minimi previsti in questo caso, cioè 50 euro per ciascun figlio.
  • L’Assegno Unico non contribuisce alla formazione del reddito ai fini IRPEF;
     
  • è disponibile già a partire dal settimo mese di gravidanza della madre;
     
  • sostituisce il premio alla nascita, il bonus bebé, gli ANF, le detrazioni fiscali per i figli a carico, il bonus per la presenza di tre figli;
     
  • non comporta l’eliminazione della maternità comunale e del bonus asilo nido;
     
  • per chi percepisce il reddito di cittadinanza verrà corrisposto sulla carta dedicata;
     
  • è già possibile presentare la domanda di accesso, ma le erogazioni partiranno da marzo 2022;
     
  • nel caso di genitori separati, può essere richiesto interamente da un genitore, oppure, in accordo con l’altro genitore, in suddivisione;
     
  • è compatibile con il reddito di cittadinanza.

Sul tema leggi anche Assegni familiari: novità per pensionati e autonomi 

 

Bonus asilo nido e assegno di maternità

Il bonus asili nido, che continua a sussistere nonostante l’Assegno Unico, è rivolto alle famiglie per il pagamento della retta dell’asilo dei figli di età non oltre i tre anni.

Lo possono richiedere le famiglie con redditi inferiori a 20.000 euro annui.

L’assegno di maternità, viene erogato in base alla condizione economica della famiglia.

Si segnala anche il bonus per il terzo figlio, disponibile per chi ha due figli minorenni a carico e si trova in attesa del terzo figlio.

 

Assegno sociale

L’assegno sociale è un’agevolazione da 467,65 euro al mese per i cittadini con ISEE basso o i rifugiati politici o per gli stranieri che hanno regolare permesso di soggiorno.

L’assegno integrativo non è erogato direttamente dall’Inps; spetta a coloro che hanno perso il lavoro e il cui contratto non era regolato dalla normativa in materia di integrazione salariale.

La misura integra o prolunga l’importo dell’indennità di disoccupazione.

L’assegno temporaneo integrativo assistenza magistrale è diretto a chi non ha ISEE o lo ha inferiore a 10.230 euro ed è iscritto alla Gestione Assistenza Magistrale.

Si tratta di un’integrazione del 10% dell’importo iniziale per ogni componente del nucleo familiare a carico fiscale dell’iscritto

 

Carta acquisti

La carta acquisti erogata dall’INPS è una carta prepagata indirizzata alle famiglie in difficoltà economica che la possono utilizzare per gli acquisti di beni di prima necessità.

Beneficiari sono i cittadini italiani: ogni due mesi vengono erogati 80 euro da utilizzare presso i negozi convenzionati con l’iniziativa per acquistare prodotti alimentari; la si può utilizzare anche per pagare le bollette di utenze domestiche.

Sono, inoltre, previsti sconti, del 5%, presso negozi e farmacie che aderiscono all’iniziativa.  

Per ottenere la carta è necessario rispettare alcuni requisiti:

  • dev’essere presente in famiglia un minore con età inferiore ai tre anni, oppure un cittadino con età superiore a 65 anni, secondo precise limitazioni reddituali.

Al fine è disponibile un modulo online dedicato specifico, compilabile tramite sito web dell’ente previdenziale INPS.

 

Bonus casalinghe 2022

Il bonus casalinghe è rivolto sia alle donne sia agli uomini che si trovano senza lavoro, e che svolgono la mansione di casalinga all’interno dell’abitazione del nucleo famigliare.

Il sostegno non è direttamente percepibile dagli interessati, ma viene utilizzato dagli enti preposti per garantire formazione gratuita e percorsi specifici per l’inserimento nel mondo lavorativo.

 

Bonus lavoratori fragili

Il bonus lavoratori fragili viene garantito a tutti quei lavoratori considerati “fragili (come soggetti immunodepressi o con condizioni di tipo oncologico).

Si tratta di un supporto economico utile ad affrontare l’attuale emergenza sanitaria, e consiste in una erogazione una tantum di 1.000 euro a favore dei lavoratori che svolgono una mansione di lavoro nel settore privato e in presenza.

La misura non è erogata nel caso in cui il lavoratore stia svolgendo una mansione da remoto, ovvero in smart working.

Per riceverlo è necessario che questi lavoratori abbiano già usufruito al massimo della possibilità di equiparare l’assenza dal lavoro al ricovero in ospedale.

È prevista un’unica erogazione.

 

A cura di Angelo Facchini

Sabato 5 Febbraio 2022