Il problema dei licenziamenti collettivi e del collocamento obbligatorio

di Massimo Pipino

Pubblicato il 8 novembre 2021



Quanto la condizione di crisi aziendale può interferire sul collocamento obbligatorio? In questo contributo ci soffermeremo sugli eventuali limiti della normativa sugli obblighi occupazionali e sulle modalità di collocamento in mobilità dei lavoratori.

Aziende in crisi: come gestire i licenziamenti collettivi e il rispetto della legge sul collocamento obbligatorio

licenziamenti collettivi collocamento obbligatorioCome noto a partire dal 1° luglio u.s., le imprese che rientrano nel campo di applicazione della CIGO, hanno la possibilità di aprire le procedure, ai sensi della Legge n. 223/1991 (“Norme in materia di cassa integrazione, mobilità, trattamenti di disoccupazione, attuazione di direttive della Comunità europea, avviamento al lavoro ed altre disposizioni in materia di mercato del lavoro).

Sempre dal primo luglio, le imprese che rientrano nel campo di applicazione della CIGO (con l’eccezione di quelle rientranti nel settore tessile e della moda), possono legittimamente licenziare per motivi economici  (articolo 3 della Legge n. 604/1966 - “Il licenziamento per giustificato motivo con preavviso è determinato da un notevole inadempimento degli obblighi contrattuali del prestatore di lavoro ovvero da ragioni inerenti all'attività produttiva, all'organizzazione del lavoro e al regolare funzionamento di essa”), e soprattutto, potranno essere riaperte (o riprendere, perché bloccate a partire dalla data del 24 febbraio 2020) le procedure collettive di riduzione di personale (licenziamenti collettivi) ai sensi della Legge n. 223/1991.

Tuttavia, non è su questo argomento che ci si soffermerà in questa riflessione, ma sugli effetti che la procedura collettiva appena citata, genera su una situazione correlata: quella degli obblighi scaturenti dal rispetto della legge, che tutela l’inserimento dei portatori di handicap nel mondo del lavoro.

 

Obblighi di assunzione: la sospensione nei casi previsti dalla legge

Chi scrive si riferisce all’articolo 3, comma 5 della Legge n. 68/1999:

“Gli obblighi di assunzione di cui al presente articolo sono sospesi nei confronti delle imprese che versano in una delle