Iscrizioni al 2xmille per le associazioni culturali entro il 26 aprile 2021

di Vincenzo D'Andò

Pubblicato il 23 aprile 2021



Fino al 26 aprile 2021 é operativo il Portale dei Procedimenti, al fine di consentire l’invio della domanda di iscrizione o di apposita dichiarazione di conferma dei requisiti per accedere all'elenco dei beneficiari due per mille.

due per mille associazioni culturaliSul sito web del Ministero della Cultura è stato segnalato che dal 16 al 26 aprile 2021 é operativo il Portale dei Procedimenti, al fine di consentire l’invio della domanda di iscrizione o di apposita dichiarazione di conferma dei requisiti (ex art. 1, comma 1, del D.P.C.M. del 16 aprile 2021) previsti per le associazioni culturali beneficiarie del 2 per mille.

 

2 per mille per associazioni culturali

Requisiti di ammissione

Ai sensi dell’art.1 del d.P.C.M. del 16 aprile 2021 si considerano soggetti aventi diritto alla corresponsione delle somme di cui all’articolo 97-bis del decreto legge 14 agosto 2020, n. 104 le associazioni senza scopo di lucro di cui al libro I del codice civile che:

  1. abbiano, secondo il rispettivo atto costitutivo o statuto, la finalità di svolgere e/o promuovere attività culturali;
     
  2. risultino esistenti da almeno 5 anni al momento della presentazione della domanda di cui al comma 2 del presente articolo.

 

Modalità di iscrizione all'elenco dei beneficiari del 2 per mille

La procedura di iscrizione è accessibile esclusivamente in via telematica al seguente indirizzo https://www.beniculturali.it/.
Le associazioni che si iscrivono per la prima volta presentano domanda di iscrizione cui deve essere allegata, a pena di esclusione dall’elenco:

  • dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà ai sensi del D.P.R. n. 445 del 2000, sottoscritta dal rappresentante legale dell'ente richiedente, relativa al possesso dei requisiti che qualificano il soggetto fra quelli contemplati dalle disposizioni di cui al comma 1;
     
  • copia fotostatica di un documento di identità del legale rappresentante;
     
  • copia dell’atto costitutivo e dello statuto;
     
  • una relazione sintetica descrittiva dell’attività di promozione di attività culturali svolta nell'ultimo quinquennio.

Le associazioni già incluse nell’elenco redatto ai sensi del d.P.C.M. 21 marzo 2016, confermano, a pena di decadenza dal medesimo elenco, la sussistenza dei requisiti previsti dall’art. 1, comma 1, del d.P.C.M. 16 aprile 2021, cui deve essere allegata:

  • una relazione sintetica descrittiva dell’attività di promozione di attività culturali svolta nell'ultimo quinquennio;
     
  • copia fotostatica di un documento di identità del legale rappresentante;
     
  • e, in caso di intervenute modifiche rispetto ai dati comunicati ai fini dell’iscrizione nell’elenco di cui al presente comma ai sensi del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 21 marzo 2016, copia dell’atto costitutivo e dello statuto vigente.

Le associazioni già presenti nell’elenco redatto ai sensi del D.P.C.M. 21 marzo 2016 (nel link il testo del decreto) che non confermano la sussistenza dei requisiti sono cancellate dal predetto elenco con decreto del Direttore generale Bilancio del Ministero della cultura.

 

Elenco enti iscritti

Entro il 10 maggio 2021 il Ministero della cultura redige l’elenco degli enti che hanno validamente presentato domanda di iscrizione o dichiarazione di conferma dei requisiti indicando per ciascuno di essi denominazione, sede e codice fiscale.

Tale elenco è pubblicato sul sito web del medesimo Ministero.

Entro il 21 maggio 2021 il legale rappresentante dell'ente può chiedere la rettifica di eventuali errori nei dati relativi all’iscrizione, con apposita mail all’indirizzo duepermille@beniculturali.it.

 

Elenchi degli enti ammessi e di quelli esclusi

Entro il 10 giugno 2021 il Ministero della Cultura trasmette gli elenchi definitivi, relativi ai soggetti ammessi al riparto e a quelli esclusi, alla Presidenza del Consiglio dei ministri per la pubblicazione sul proprio sito web e all'Agenzia delle entrate per la determinazione degli importi spettanti a ciascuna associazione in base alle scelte effettuate dai contribuenti.

 

Variazione del legale rappresentante

In caso di variazione del rappresentante legale la dichiarazione sostitutiva di cui all’art. 1, commi 2 e 3, del d.P.C.M. del 16 aprile 2021, perde efficacia.

Il nuovo rappresentante legale è tenuto a provvedere, a pena di cancellazione dell’associazione dall’elenco, a sottoscrivere e trasmettere una nuova dichiarazione, indicando la data di decorrenza del proprio mandato e la data in cui è stata presentata la domanda di iscrizione dell’associazione nell’elenco.

 

Sopravvenuta perdita dei requisiti per beneficiare del 2 per mille

In caso di sopravvenuta perdita dei requisiti previsti all’art. 1, comma 1, del d.P.C.M. del 16 aprile 2021, il rappresentante legale dell'ente sottoscrive e trasmette al Ministero della cultura la revoca dell'iscrizione.

Qualora il contributo sia stato indebitamente percepito in assenza di revoca si applicano le disposizioni di cui all'articolo 6 del citato decreto.

 

La procedura è accessibile al seguente indirizzo: https://portaleprocedimenti.beniculturali.it/.

 

A cura di Vincenzo D'Andò

Venerdì 23 aprile 2021

Informazioni estrapolate dal Diario Quotidiano di CommercialistaTelematico