Rafforzamento del patrimonio delle imprese: testo decreto 10/8/2020

La norma sul rafforzamento del patrimonio delle imprese consente la maturazione di un interessante doppio credito d’imposta. Pubblichiamo il testo del decreto che contiene i criteri e le modalità di applicazione e di fruizione.

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 210 del 24 agosto 2020, il decreto 10 agosto 2020 emanato dal Ministero dell’economia e delle finanze, recante “rafforzamento  patrimoniale  delle  imprese  dei  soggetti  di  medie dimensioni”.

Si tratta del  decreto  che contiene i  criteri  e  le   modalità  di applicazione e di fruizione dei crediti d’imposta di cui ai commi 4 e 8 dell’art. 26 del D.L. 19 maggio 2020, n. 34 (Decreto rilancio), anche al fine di assicurare il rispetto del limite di spesa complessivo  pari  a  2 miliardi di euro per l’anno 2021.

Ai soggetti che effettuano  tra  il  20  maggio  2020  e  il  31 dicembre 2020 conferimenti in denaro in una o più società viene riconosciuto un credito d’imposta in misura pari al 20%  dell’ammontare  del  conferimento  medesimo. Il  conferimento massimo su cui calcolare  il  credito  d’imposta  non  può eccedere l’importo di euro 2.000.000.

In determinate condizioni si crea anche un credito d’imposta a favore della società che riceve il finanziamento.

Vedi anche:  Rafforzamento patrimoniale delle PMI: due crediti d’imposta contemporanei

L’agevolazione viene riconosciuta  in relazione ai conferimenti effettuati in SpA, SApA, Srl, anche semplificata,  soc. coop.,  società europee,  aventi  sede  legale  in  Italia, regolarmente costituite e iscritte  nel  registro  delle  imprese,  nel rispetto di determinate condizioni previste nel neo decreto.

Vincenzo D’Andò

26 agosto 2020 

 

Queste informazioni sono tratte dal Diario Quotidiano di CommercialistaTelematico

 

Scarica il documento allegato
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it