Autoliquidazione INAIL 2019-2020: scadenze e riduzioni

di Antonella Madia

Pubblicato il 27 gennaio 2020

L’autoliquidazione INAIL lo scorso anno ha subito notevoli cambiamenti in relazione alle modifiche apportate dalla Legge di Bilancio 2019.
Quest’anno si ritorna ai normali termini di autoliquidazione e di gestione dell’obbligo assicurativo.

autoliquidazione INAIL 2019-2020 scadenze e riduzioniAutoliquidazione INAIL 2019-2020: le scadenze

 

Come noto la Legge di Bilancio 2020 (L. n. 160/2019) ha reso strutturale la riduzione delle tariffe INAIL prevista dalla Legge di Bilancio 2019 (L. n. 145/2018). L’INAIL ha perciò reso note il 13 gennaio 2020 le istruzioni operative per la gestione dell’autoliquidazione INAIL 2019-2020: infatti, mentre nel 2019 le scadenze per l’autoliquidazione erano slittate in occasione delle modifiche apportate dalla Legge di Bilancio 2019, dal 2020 si ritorna a seguire i normali termini per l’autoliquidazione INAIL.

 

Autoliquidazione INAIL 2019-2020: premi per autoliquidazione

 

Ferma restando la possibilità di versare il premio in unica soluzione entro il 17 febbraio 2020, ci si potrà avvalere del frazionamento del premio in quattro rate, ognuna pari al 25% del premio annuale, dandone comunicazione direttamente con i servizi telematici previsti per la presentazione delle dichiarazioni delle retribuzioni, per cui le quattro rate di premio dovranno essere pagate entro il:
 

  • 17 febbraio 2020 (slittamento ex art. 18, comma 1, D.Lgs. n. 241/1997), con scadenza 16 febbraio 2020, e con coefficiente di interessi pari a zero;
     
  • 18 maggio 2020 (slittamento ex art. 18, comma 1, D.Lgs. n. 241/1997), con scadenza 16 maggio 2020, e coefficiente di in