Detrazione per acquisto immobili da imprese di costruzione o ristrutturazione

di Marco Giorgetti

Pubblicato il 19 ottobre 2019



L’articolo 16bis, comma 3, del TUIR, prevede una importante detrazione IRPEF per i contribuenti che procedono all'acquisto di fabbricati, ad uso abitativo, ristrutturati.

Detrazione per acquisto immobili

L’articolo 16bis, comma 3, del TUIR, prevede una detrazione IRPEF per i contribuenti che procedono all'acquisto di fabbricati, ad uso abitativo, ristrutturati. L'intento del legislatore è quello di agevolare il recupero del patrimonio edilizio e aiutare la ripresa del mercato immobiliare, il tutto legato alla lotta all'evasione fiscale.

La detrazione si applica nel caso di interventi di ristrutturazione riguardanti interi fabbricati, eseguiti da imprese di costruzione o ristrutturazione immobiliare e da cooperative edilizie che provvedono, entro 18 mesi dalla data del termine dei lavori, alla successiva alienazione o assegnazione dell’immobile.

 

 

Come si calcola la detrazione fiscale

La detrazione d'imposta

(del 36% o 50% a seconda dei casi) 

è calcolata su un ammontare forfettario pari al 25 per cento del prezzo di vendita o di assegnazione dell’immobile, risultante dall'atto di acquisto o di assegnazione, ed è riconosciuta agli acquirenti in RELAZIONE alla QUOTA di proprietà