Guida alla tenuta delle Scritture contabili

Per le imprese, la determinazione del reddito da dichiarare ai fini fiscali si fonda sull’utile civilistico risultante dal bilancio, che a sua volta si basa sulle scritture contabili che consentono la redazione del bilancio stesso.

Ripassiamo come devono essere tenute le scritture contabili e da chi, quali sono i principali libri e registri contabili, nonchè il caso della contabilità semplificata.

 

Dopo aver illustrato termini e modalità di presentazione, trasmissione e conservazione delle Dichiarazioni dei Redditi, IVA e IRAP, focalizziamoci sulla tenuta delle scritture contabili, essenziali per la corretta predisposizione delle suddette Dichiarazioni annuali.

 

Indice rapido all’articolo:

 

 

Scritture contabili: quali sono e chi è obbligato alla tenuta

tenuta registri e scritture contabili guidaAl di là degli obblighi contabili previsti dal codice civile per le imprese individuali e societarie, le regole fiscali prevedono la tenuta obbligatoria delle scritture contabili per le finalità di accertamento fiscale, da parte dei seguenti soggetti (art. 13 D.P.R. n. 600/1973):

  • società soggette all’IRES;
  • enti pubblici e privati diversi dalle società, soggetti all’IRES, nonché trust commerciali;
  • n.c., s.a.s. e società ad esse equiparate;
  • persone fisiche che esercitano imprese commerciali (ditte individuali).
  • Sono inoltre obbligate alla tenuta di scritture contabili, a norma degli articoli 19 e 20:
  • le persone fisiche che esercitano arti e professioni;
  • le società o associazioni tra artisti e professionisti;
  • gli enti pubblici e privati diversi dalle società, soggetti all’IRES, nonché i trust, non commerciali (che possono esercitare una “collaterale” attività commerciale).

 

Sotto il profilo civilistico, l’obbligo di tenere le scritture contabili è fissato:

  • dall’art. 2214 c.c. per l’imprenditore (non piccolo) che esercita un’attività commerciale;
  • dall’art. 2238 c.c. per gli esercenti arti o professioni.

I registri obbligatori sono il libro giornale, il libro degli inventari, nonché le altre scritture contabili che siano richieste dalla natura e dalle dimensioni dell’impresa.

 

Ai fini fiscali, sono obbligati a tenere le scritture contabili tutti i soggetti che esercitano un’attività di impresa, oppure di arti o professioni, ed è disciplinato dagli artt. 13 – 22 del D.P.R. n. 600/1973.

Tale obbligo assume contenuto differente in base:

  • alla natura del soggetto (impresa individuale, società, professionista);
  • al regime contabile adottato (contabilità ordinaria o semplificata);
  • alla fruizione di eventuali disposizioni agevolative.

 

Se i soggetti tenuti agli obblighi contabili sono obbligati ad operare ritenute alla fonte a titolo di acconto su redditi di lavoro dipendente (se, quindi, sono sostituti di imposta), devono effettuare determinate annotazioni contabili ai fini dell’accertamento del reddito dei percipienti (art. 13 comma 2 D.P.R. n. 600/1973).

 

Modalità di tenuta di documenti e scritture contabili

I libri, i repertori, le scritture e la documentazione la cui tenuta è obbligatoria per disposizione di legge o di regolamento o che sono richiesti dalla natura o dalle dimensioni dell’impresa possono essere tenuti, alternativamente:

  • secondo modalità “analogiche”, cioè su supporto cartaceo (artt. 2215 e 2219 c.c.);
  • con modalità informatiche (documenti informatici) (art. 2215-bisc.).

 

La tenuta delle scritture in forma cartacea

In caso di tenuta in forma cartacea, le scritture devono essere tenute (art. 2219 c.c., richiamato dall’art. 22 comma 1 del D.P.R. n. 600/1973):

  • secondo le norme di un’ordinata contabilità;
  • senza spazi in bianco, senza interlinee e senza trasporti in margine.

Non vi si possono fare abrasioni e, se è necessario effettuare cancellazioni, queste devono eseguirsi in modo che le parole cancellate siano leggibili.

 

La tenuta delle scritture con modalità informatiche

Per le scritture contabili tenute con modalità informatiche, è stabilito che esse devono essere rese consultabili in ogni momento e costituiscono…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it