Novità Patent Box 2019: la documentazione da presentare nel provvedimento delle Entrate

L’Agenzia delle Entrate ha emanato il provvedimento previsto dal Decreto Crescita 2019 in materia di Patent Box.

Ecco quindi la procedura da seguire e la documentazione ritenuta idonea da presentare per beneficiare dell’agevolazione.

 

Generalità sull’agevolazione Patent Box

 

Patent Box 2019 documentazioneUn primo passaggio fondamentale del provvedimento è quello che convalida qualunque metodo utilizzato per calcolare il reddito agevolato, a condizione che gli organi di controllo sia messi nella condizione di poter eseguire tutti i controlli di rito.

Infatti, ai fini del Patent box con determinazione diretta del reddito agevolabile, la documentazione inviata dal contribuente è considerata idonea in tutti i casi in cui fornisca agli organi di controllo i dati e gli elementi necessari per riscontrare la corretta determinazione del reddito agevolabile, a prescindere dalla circostanza che il metodo utilizzato e sebbene lo stesso risulti diverso da quello individuato dall’Amministrazione finanziaria.

 

Conclusa la fase di pubblica consultazione, l’Agenzia delle Entrate ha pubblicato il provvedimento 30 luglio 2019, n. 658445, riguardante l’attuazione della disciplina di cui all’art. 4 del decreto Crescita, che ha modificato la disciplina del Patent Box.

Cosa prevede la nuova versione del provvedimento contenuta nel Decreto Crescita?

Ebbene, il “nuovo” Patent box con determinazione diretta del reddito agevolabile stabilisce che i soggetti titolari del reddito d’impresa possono scegliere, in alternativa alla procedura del ruling (*), di determinare e dichiarare il reddito agevolabile, indicando le informazioni necessarie alla determinazione in idonea documentazione che deve essere approntata secondo quanto previsto da un provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate.

 

(*) In linea di massima si intende con “ruling” una procedura concordata tra un privato e l’Agenzia Fiscale di un determinato Paese nella quale questi due soggetti chiariscono quale sarà il trattamento fiscale che sarà applicato ad una determinata operazione economica.

 

Novità Patent Box 2019: l’opzione di determinazione diretta del reddito agevolabile

 

l provvedimento stabilisce che possono esercitare l’opzione per la determinazione diretta del reddito agevolabile i soggetti beneficiari del Patent Box.

Inoltre, possono formulare l’opzione anche i soggetti che abbiano in corso, alla data di entrata in vigore del decreto Crescita, una procedura di Patent Box.

L’opzione è comunicata nella dichiarazione dei redditi relativa al periodo di imposta al quale si riferisce l’agevolazione Patent Box, ha durata annuale, è irrevocabile e rinnovabile.

In conseguenza dell’esercizio dell’opzione, il contribuente provvede al riparto in tre annualità di pari importo della variazione in diminuzione riferibile alla quota di reddito escluso, indicando la stessa nella dichiarazione dei redditi e dell’imposta regionale sulle attività produttive relativa al periodo di esercizio dell’opzione e in quelle relative ai due periodi di imposta successivi.

 

La documentazione da produrre per l’esercizio dell’opzione della nuova Patent Box 2019

 

Per quanto riguarda la documentazione da produrre, occorre un documento costituito da due sezioni: sezione A e B.

 

La sezione A è costituita da:

  • struttura partecipativa dell’impresa anche in relazione alle imprese associate ed eventi straordinari;
  • operazioni con imprese associate;
  • modello organizzativo dell’impresa;
  • caratteristiche del mercato di riferimento e dei principali fattori di competitività;
  • descrizione della catena di valore dell’impresa;
  • funzioni, rischi e beni dell’impresa;
  • beni immateriali;
  • attività di ricerca e sviluppo;
  • plusvalenze da cessione di IP agevolabili;
  • eventuali somme ottenute a titolo di risarcimento o di restituzione dell’utile.

 

La sezione B invece contiene:

  • informazioni di sintesi sulla determinazione del reddito agevolabile;
  • valutazioni riferibili agli IP oggetto di agevolazione Patent Box;
  • metodo adottato.

 

Per quanto riguarda le microimprese, piccole e medie imprese queste potranno utilizzare in caso di utilizzo diretto, nell’ambito…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it