Gli adempimenti burocratici per avviare l’attività agrituristica

Pubblicato il 28 novembre 2018



L’attività agrituristica è riservata esclusivamente agli imprenditori agricoli, cioè a coloro che svolgono attività di coltivazione, allevamento di animali, silvicoltura. L’imprenditore agricolo singolo o associato, che abbia intenzione di esercitarla, dovrà perciò attenersi ad una precisa disciplina amministrativa. Alla Regione il compito di stabilire criteri, limiti, obblighi, per lo svolgimento di tale attività

Imprenditore agricolo professionale (IAP) società  agricola e agriturismo: Gli adempimenti burocratici per avviare l’attività agrituristicaGli adempimenti burocratici per avviare l’attività agrituristica

Requisiti operatore agriturismo – requisiti per avviare attività di agriturismo

L’attività agrituristica è riservata esclusivamente agli imprenditori agricoli, cioè a coloro che svolgono attività di coltivazione, allevamento di animali, silvicoltura.

L’attività agrituristica consiste fondamentalmente in quattro tipi di servizio che possono essere svolti anche singolarmente:

    • allestimento di alloggi per soggiorno;
    • somministrazione di pasti e di bevande costituiti almeno in parte da prodotti propri;
    • allestimento di aree attrezzate per il campeggio;
    • organizzazione di attività ricreative, sportive, culturali e didattiche.

Le regole per lo svolgimento di tali attività sono fissate da leggi regionali, coordinate da una legge-quadro dello Stato (la l. 20 febbraio 2006, n. 96), fermo restando che le attività agrituristiche devono essere tutte connesse all’attività agricola, cioè finalizzate sempre