Scissione societaria seguita dalla cessione della società operativa

Nel presente intervento esamineremo il caso di una scissione proporzionale seguita dalla cessione delle quote della società operativa.

Si tratta di una casistica che può presentarsi quando i soci trovino un terzo soggetto interessato ad acquisire l’azienda, ma non anche il compendio immobiliare. Ciò può avvenire per una serie di ragioni:

  • Il compendio immobiliare potrebbe astrattamente interessare ma rende l’operazione più onerosa;
  • Il compendio immobiliare non interessa. E’ preferibile per gli acquirenti assicurarsi un contratto di locazione immobiliare piuttosto che acquistare i muri in quanto l’azienda potrebbe essere oggetto di riorganizzazioni anche di tipo logistico;
  • Una parte del compendio immobiliare potrebbe risultare estraneo al business, trattandosi magari di immobili civili che non risultano strumentali nemmeno per destinazione.

Nella prassi si riscontra, soprattutto negli ultimi anni, che il cedente è ben lieto di disfarsi degli immobili ma che l’acquirente pone spesso dei veti.

La tesi dell’Agenzia ai tempi dell’elusione

Esaminiamo i possibili profili di elusività dell’operazione descritta. L’operazione che stiamo esaminando può essere così esemplificata.

La società Alfa, detenuta da soci persone fisiche, viene scissa in modo parziale e proporzionale con la conseguente costituzione della società Beta cui viene attribuito il compendio immobiliare della società scindenda.

Si ricorda che la scissione è detta proporzionale se i soci acquisiscono nelle società beneficiarie le stesse quote detenute nella società scissa, mentre è detta non proporzionale se ciò non si verifica.

Immediatamente dopo la scissione, i soci alienano le quote di Alfa operativa.

L’operazione rientrava in passato nell’ambito applicativo della disciplina antielusiva in quanto sono presenti due operazioni tra quelle elencate nel comma 3 ossia:

  • la scissione;
  • la cessione di quote.

Va da subito chiarito che di norma, la cessione delle quote della società operativa risultante da una operazione di spin-off immobiliare non dovrebbe presentare profili di elusività, in quanto si tratta di una operazione che difficilmente permette di conseguire particolari vantaggi fiscali e che generalmente viene implementata per alleggerire la società operativa in occasione della cessione della stessa.

Gli orientamenti del Comitato consultivo, tuttavia, sono mutati nel corso del tempo.

Inizialmente l’operazione sembrava ammissibile senza particolari limitazioni in quanto una struttura patrimoniale della società particolarmente appesantita dalle proprietà immobiliari, soprattutto se non strettamente correlate al business, non è gradita al mercato e ostacola l’ingresso di nuovi soci.

La R.M. 30.1.2002, n. 28, affrontando il caso della classica scissione proporzionale con attribuzione del patrimonio immobiliare ad una società di nuova costituzione e la successiva stipula di un contratto di locazione degli immobili alla società scissa, ha precisato che, nel caso in cui i soci «dovessero cedere, a qualsiasi titolo, il controllo della società scissa a terzi, … e, successivamente, i nuovi soci dovessero per qualsiasi ragione risolvere il contratto di locazione con la società beneficiaria facendo assumere alla stessa natura di mera società contenitore, la serie di operazioni poste in essere (scissione parziale e proporzionale, stipulazione di contratto di locazione, cessione del controllo della società scissa, risoluzione del contratto di locazione) sarebbe preordinata a svuotare più che alleggerire la società istante dei beni immobili, prima della cessione del controllo, usufruendo indebitamente del regime di neutralità d’imposta tipico della scissione».

Sembra quindi priva di valide ragioni economiche l’operazione di scissione seguita dalla successiva cessione di quote della operativa, nel caso in cui la beneficiaria non svolga una effettiva attività immobiliare (ad esempio la…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it