Obbligo di contribuzione INPS artigiani e commercianti per i soci – prima parte

di Gianfranco Costa

Pubblicato il 31 gennaio 2018

analizziamo le regole della contribuzione INPS dei soci iscritti alla gestione INPS artigiani e commercianti: gli obblighi di iscrizione, il socio artigiano, il socio commerciante, il rischio di doppia iscrizione, la prevalenza...

L’obbligo di iscrizione del socio di una società di persone o di Srl a una delle gestioni INPS è un tema di cui si è occupato il Legislatore nel lontano passato. Nonostante l’esistenza di una normativa ad hoc, non poche sono le controversie che ancora oggi i giudici di merito e di legittimità si trovano a dirimere.

Con taglio pratico e prendendo spunto sia dalla normativa vigente che dal recente orientamento espresso dalla Suprema Corte di Cassazione, cercheremo di seguito di individuare quando e in che modo i soci delle società di persone o delle società a responsabilità limitata devono assolvere all’obbligo previdenziale.


La normativa di riferimento

In ambito d’impresa due sono le forme di assicurazione che obbligano taluni soci di società di persone e Srl all’iscrizione. I soci che svolgono attività artigianale o commerciale, infatti, devono iscriversi rispettivamente alla gestione artigiani o commercianti.

Prima di analizzare la norma che sancisce l’obbligo di iscrizione per gli artigiani, pare opportuno per prima cosa, individuare quali sono i tratti che qualificano un imprenditore come artigiano.

A tal fine occorre riferirsi alla legge quadro sull’artigianato, nella specie la Legge n. 443/1985 che all’articolo 2, comma 1, stabilisce che “è imprenditore artigiano colui che esercita personalmente, professionalmente e in qualità di titolare, l’impresa artigiana, assumendone la piena responsabilità con tutti gli oneri e i rischi inerenti alla sua direzione e gestione e svolgendo in misura prevalente il proprio lavoro, anche manuale, nel processo produttivo. Sono escluse limitazioni alla libertà di accesso del singolo imprenditore all’attività artigiana e di esercizio della sua professione”.

Dalla disposizione richiamata emergono chiaramente quali sono i connotati che deve possedere la figura dell’artigiano. In particolare per assumere lo status di artigiano è necessario che l’att