La tassazione della quota di rivalutazione del TFR: imposta sostitutiva acconto e saldo 2017

Premessa generale

Entro il prossimo 18 dicembre 2017 scade il termine per il versamento dell’acconto dell’imposta sostitutiva sul TFR.
La normativa in materia di tassazione del Trattamento di fine rapporto ne prevede la scomposizione in due entità economiche di natura diversa:
a) la prima di natura finanziaria caratterizzata da una rivalutazione come previsto dall’art. 2120 del codice civile ;
b) la seconda invece, pari al trattamento depurato dall’imposta sostitutiva costituisce la vera e propria quota di Tfr da elargire al lavoratore.
Nota: il trattamento di fine rapporto è riconducibile alla categoria dei redditi di lavoro dipendente (articolo 49 del Tuir) in quanto somma derivante da rapporti aventi per oggetto una prestazione di lavoro, con qualsiasi qualifica, alle dipendenze e sotto la direzione di altri.
LA RIVALUTAZIONE DEL TFR E IL CALCOLO DELL’IMPOSTA SOSTITUTIVA

Il decreto legislativo 47/2000 e il successivo decreto correttivo 168/2001 hanno introdotto,a decorrere dal 1 gennaio 2001, una riforma della disciplina fiscale del trattamento di fine rapporto che prevede distinte modalità di tassazione per le quote del Tfr e per le rivalutazioni del trattamento medesimo.
La rivalutazione del Tfr ai fini fiscali non è equiparata alla quota di trattamento di fine rapporto e quindi assoggetta a tassazione separata, ma viene trattata come un reddito di capitale e assoggettata ad un’apposita aliquota sostitutiva.
Nota: l’articolo 11 del citato decreto n. 47 del 2000 prevede infatti: per le rivalutazioni del Tfr, l’istituzione di una imposta sostitutiva del 17%, che deve essere prelevata dal sostituto d’imposta e versata in acconto e a saldo.
Si rammenta che la Legge 23 dicembre 2014 n. 190, art. 1, c. 623, ha variato a far data dall’anno 2015 l’aliquota di tassazione che è passata dallo storico 11% al 17%.
Le quote di TFR che vengono periodicamente versate ai vari fondi di previdenza complementare a cui i lavoratori hanno …

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it