La registrazione tardiva delle fatture ed il problema della detrazione IVA

Pubblicato il 15 novembre 2017

schematizziamo le problematiche relative alle nuove tempistiche di registrazione delle fatture e ai rischi di perdita del diritto alla detrazione IVA se le fatture relative all'anno 2017 vengono registrate dopo il 30 aprile 2018

Commercialista Telematico | Software fiscali, ebook di approfondimento, formulari e videoconferenze accreditate Si è avviato da tempo l’iter parlamentare che condurrà all’approvazione della legge di Bilancio del 2018. E’ molto probabile un intervento sui termini previsti per l’esercizio del diritto alla detrazione dell’Iva disciplinati dall’art. 19 del D.P.R. n. 633/1972. E’ possibile un ritorno al passato con il ripristino del termine originario di due anni e quattro mesi, rispetto a quello di soli quattro mesi di cui al testo novellato dopo l’approvazione del D.L. n. 50/2017.

Secondo il testo normativo attualmente in vigore il diritto alla detrazione deve essere esercitato al più tardi entro il termine di presentazione della dichiarazione relativa al periodo di imposta durante il quale il diritto alla detrazione è sorto. In questo caso, però, se la fattura di acquisto è registrata nell’anno successivo a quello in cui il tributo è divenu