Reddito di impresa non dichiarato ma presenza modello CUD: dichiarazione omessa o dichiarazione infedele?

di Giovambattista Palumbo

Pubblicato il 25 ottobre 2017

un caso particolare: reddito di impresa non dichiarato ma presenza modello CUD: dichiarazione omessa o dichiarazione infedele perchè c'e' il CUD? Le recenti valutazioni della Cassazione...

Commercialista Telematico | Software fiscali, ebook di approfondimento, formulari e videoconferenze accreditateLa Corte di Cassazione, con l’Ordinanza n. 23821 dell'11.10.2017, ha chiarito un aspetto molto controverso, evidenziando la non sempre chiara distinzione tra infedele dichiarazione ed omessa dichiarazione.

Nel caso di specie l'Agenzia delle Entrate aveva proposto ricorso per cassazione avverso la sentenza della CTR della Lombardia, con la quale era stato respinto l'appello principale dell'Ufficio, e quello incidentale del contribuente, nell’ambito di una controversia concernente tre avvisi di accertamento per recupero Iva, Irpef ed Irap, oltre sanzioni e interessi, relativamente agli anni d'imposta 2000, 2001 e 2002, emessi nei confronti del predetto contribuente, al quale era stata contestata l'omessa dichiarazione di redditi d'impresa, a fronte dell’emissione di fatture per prestazioni inesistenti nei confronti di società di cui rivestiva cariche sociali, con trattenimento, a titolo di compenso, dell'importo corrispondente all'Iva esposta nei predetti documenti.

Il giudice di merito, ritenute legittime le riprese a tassazione contenute negli atti di accertamento, aveva tuttavia affermato, in ordine alla questione relativa alla legittimità dell'applicazione delle sanzioni ex D.Lgs. n. 471 del 1997, che il contribuente, in q