Omesso versamento IVA e ritenute: vengono sempre prima i debiti tributari

di Gianfranco Antico

Pubblicato il 6 settembre 2017

dedichiamo questo intervento al problema della crisi di liquidità e ai reati collegati agli omessi versamenti IVA e ritenute: in quali casi la crisi di liquidità di un'azienda può essere un valido motivo per omettere i versamenti fiscali senza incorrere nel reato tributario? Attenzione perchè a fronte di alcune pronunce in favore del contribuente ve ne sono altrettante contrarie

Commercialista_Telematico_Post_1200x628px_Guardia_Di_FinanzaCon la sentenza n. 29544 del 14 giugno 2017, la Corte di Cassazione ha ritenuto sussistenti i reati di cui agli artt. 10-ter e 10-bis del D.Lgs. n. 74 del 2000, omesso versamento Iva e omesso versamento ritenute risultanti dalle certificazioni rilasciate ai sostituti d’imposta, senza che possano trovare accoglimento le giustificazioni basate sulla salvaguardia del livello occupazionale e il pagamento degli stipendi dei dipendenti.

La Corte ricorda il consolidato orientamento interpretativo, secondo cui, “al fine della dimostrazione della assoluta impossibilità di provvedere ai pagamenti omessi, occorre l’allegazione e la prova della non addebitabilità all’imputato della crisi economica che ha investito l’im