Modello Redditi 2017: le nuove interpretazioni in tema di ACE (molti conteggi sono da rifare)

Aspetti generali
L’aiuto alla crescita economica (ACE), introdotto dall’art. 1 del D.L. 6.12.2011, n. 201 e in seguito modificato dalla normativa intercorsa – di recente dall’art. 1 cc. 549 – 553, della legge 11.12.2016 n. 232, e dal D.L. 24.4.2017, n. 50 (convertito con modificazioni dalla legge n. 96 del 21.6.2017), consente alle imprese di ottenere un sensibile beneficio fiscale commisurato al rendimento nozionale del nuovo capitale proprio (secondo una percentuale fissata dalle norme per i vari periodi di imposta).

Le relative disposizioni attuative, già emanate con decreto ministeriale del 14.03.2012, sono state da pochissimo aggiornate dal D.M. 3.8.2017, che ha abrogato la precedente “versione”.

In particolare, il nuovo decreto coordina l’ACE con i nuovi OIC e con il D.Lgs. 18.08.2015, n. 139 (come previsto dall’art. 13-bis, comma 11, del D.L. 30.12.2016, n…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in alto a destra. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it