Controlli formali: l’iscrizione a ruolo senza avviso bonario

di Davide Di Giacomo

Pubblicato il 25 luglio 2017

In caso di controlli formali delle dichiarazioni tributarie, l’iscrizione a ruolo della maggiore imposta è legittima in quanto non è necessario una preventiva comunicazione di recupero (il cosiddetto avviso bonario) da inviare al contribuente

Processo_TributarioIn tema di controlli formali delle dichiarazioni tributarie, l’iscrizione a ruolo della maggiore imposta è legittima in quanto non è necessario una preventiva comunicazione di recupero.

Il principio è contenuto nella sentenza n. 12129/2017 della Cassazione da cui emerge che l’attività dell’ufficio, qualora si origini da una verifica dei dati indicati dal contribuente e dalla incongruenze risultanti dagli stessi, non comporta valutazioni risultano legittima l’iscrizione a ruolo della maggiore imposta.

Accertamento tributario e iscrizione a ruolo senza avviso bonario

In tema di accertamento delle dichiarazioni la normativa attribuisce alcuni poteri agli uffici accertatori,. In particolare, in campo Iva il Dpr n. 633/1972, art. 54-bis, comma 2, attribuisce all'amministrazione finanziaria il potere di:

a) correggere gli errori material