Società partecipate: aspetti pratiche della delibera di distribuzione delle riserve

di Giovanni Mocci

Pubblicato il 26 ottobre 2016



una società di capitali partecipata da Ente pubblico territoriale intende proporre la distribuzione delle riserve: quali sono gli aspetti pratici problematici? Proponiamo alcuni esempi pratici di delibera assembleare e di gestione della situzione patrimoniale al livello contabile

domanda-ctUna Società di capitali partecipata da un Ente pubblico territoriale intende proporre la distribuzione delle riserve.

In proposito, può dunque risultare utile esaminare taluni aspetti operativi da impiegare come supporto alla formulazione deliberativa.

Innanzitutto, in relazione allo stock di riserve disponibili, la Società può fare riferimento alla situazione del Patrimonio Netto alla data più prossima a quella della delibera.

Nel caso di delibera da assumere nel quarto trimestre dell’anno, tale data può essere quella del 30/9/2016.

Nell’esemplificazione proposta, laddove la proposta deliberativa sia prevista nel quarto trimestre 2016, la situazione patrimoniale al 30/9/2016 è quella derivante dal Bilancio 2015 depositato presso il Registro delle imprese integrata con la deliberazione di accantonamento a Riserva di cui al verbale di approvazione del Bilancio stesso.

Continua a legge nel pdf...--->

Scarica il documento