Riflessi fiscali del trattamento di fine mandato degli amministratori

Aspetti generali
Sotto il profilo fiscale, il rapporto tra la società di capitali e i suoi amministratori si esprime in un passaggio di materia imponibile dalla società [per la quale il compenso è deducibile] all’amministratore [per il quale esso è tassabile].
Sulle vicende che interessano i rapporti tra amministratori e società si concentra spesso la «vigilanza» del fisco accertatore, in considerazione del fatto che, normalmente, la società subisce un prelievo attenuato rispetto a quello dell’amministratore persona fisica.
L’indennità di fine rapporto TFM che viene riconosciuta dalla società agli amministratori, rappresenta una particolare modalità di remunerazione degli amministratori medesimi, che riguarda la quota erogata in occasione della cessazione della loro funzione.
L’art. 24, c. 31, del D.L. 6.12.2011, n. 201, convertito dalla L. 22.12.2011, n. 214, ha …

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in alto a destra. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it