Studi di settore: focus sulla compilazione del campo note aggiuntive

In prossimità della scadenza prevista per l’invio del modello Unico 2016 merita un approfondimento specifico la compilazione del campo “Note aggiuntive” del modello degli studi di settore.
Come noto tale campo è utile al contribuente al fine di indicare le ragioni per le quali si ritiene che lo studio di settore non sia in grado di fotografare in maniera corretta l’attività svolta con lo scopo di giustificare “eventuali situazioni di non congruità, non coerenza e non normalità”.
LA COMPILAZIONE DEL CAMPO NOTE AGGIUNTIVE
Al fine di una compilazione corretta del campo in oggetto è utile rammentare che la compilazione del campo deve essere effettuato con le seguenti modalità pratiche:
1) compilazione obbligatoria: è il caso del contribuente che si trova in un “periodo di non normale svolgimento dell’attività” e che deve comunque compilare il modello studi di settore anche in assenza di applicazione ai fini dell’accertamento (nel caso di specie il contribuente deve compilare le “note aggiuntive” per segnalare a cosa è dovuto il periodo di non normale svolgimento dell’attività lavorativa);

Nota : si considerano situazioni di non normale svolgimento dell’attività le seguenti casistiche:
a) impresa che non ha iniziato l’attività produttiva (impianto che per cause non dipendenti dal contribuente non è stato utilizzato,mancato rilascio di autorizzazioni per poter svolgere l’attività, interruzione dell’attività a causa della ristrutturazione dei locali in cui viene esercitata l’attività, periodo di imposta in cui viene concessa in affitto l’unica azienda,sospensione dell’attività ai fini amministrativi con comunicazione alla CCIAA, sospensione dall’albo di un professionista per più di sei mesi);
b) assenze: si segnala che in materia di assenza per Gravidanza la circolare n. 34-2010 dell’Agenzia delle Entrate ha chiarito come tale evento non costituisca una causa di esclusione “automatica” ma che va valutata di volta in volta.
In caso di assenza quindi occorre indicare la causa di esclusione “7” ove si riesca a fornire motivi che provino come l’assenza della titolare abbia inciso sull’attività.
Altre assenze valide ai fini dell’esclusione sono la malattia/infortunio che abbiano inciso sull’andamento dell’attività (in presenza di tali cause di esclusione è opportuno descrivere la fattispecie all’interno delle note di Gerico);
c) rientrano tra le fattispecie di “non normale svolgimento dell’attività” anche la liquidazione ordinaria (va compilato il modello studi di settore) e la liquidazione coatta amministrativa o fallimentare (non va compilato il modello studi di settore).
In presenza di tali cause di esclusione è obbligatorio descrivere la fattispecie concreta all’interno delle note aggiuntive di Gerico (la contestazione della causa di esclusione indicata può dare origine alla procedura di accertamento induttivo da parte dell’Agenzia delle Entrate).
Si rammenta che per il periodo d’imposta 2015 le imprese in liquidazione volontaria non debbono più presentare il modello studi di settore (anche il soggetto che ha cessato l’attività nel 2015 è escluso da congruità dei ricavi/compensi causa “2” e deve compilare lo studio di settore ai soli fini statistici).

2)compilazione facoltativa: in tale casistica rientra il Contribuente che vuole giustificare il mancato adeguamento alle risultanze dello studio di settore o l’incoerenza ad un determinato indice di normalità economica (la compilazione del campo note aggiuntive pur essendo una facoltà del contribuente è opportuna ai fini di una possibile selezione dei soggetti da sottoporre a controllo).
LE POSSIBILI GIUSTIFICAZIONI DA INDICARE NELLE NOTE AGGIUNTIVE DI GERICO
La stessa Agenzia delle Entrate ha ritenuto valide alcune giustificazioni al fine di poter confutare le risultanze dell’applicazione pratica del modello studi di settore e per tale motivo si ritiene …

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it