Il recupero crediti degli oneri condominiali in mancanza dell’amministratore

di Cinzia Celati

Pubblicato il 24 settembre 2016

per i piccoli condomìnii non obbligati alla figura dell'amministratore può essere complesso rivalersi sui condòmini morosi per il recupero degli oneri dovuti e non saldati: una guida alle corrette procedure di recupero

rateL'articolo 1129 comma 1 del Codice Civile innovato con la riforma condominiale ex Legge 11 dicembre 2012 n. 220 entrata in vigore il 18 giugno 2012 recante “Modifiche alla disciplina del condominio negli edifici” dispone che “Quando i condomini sono più di otto, se l'assemblea non vi provvede, la nomina di un amministratore è fatta dall'autorità giudiziaria su ricorso di uno o più condomini o dell'amministratore dimissionario”.

Nel caso del condominio senza amministratore, a chi compete l'iniziativa del recupero degli oneri condominiali nei confronti dei condòmini morosi? Quali sono le attività da porre in essere per il recupero dei crediti?

Preliminarmente preme precisare che la mancanza dell'amministratore e quindi del “legale rappresentante” così come inteso dal legislatore si manifesta quando i condòmini che detengono l'immobile non sono più di otto come previsto dal citato articolo 1129 ovvero in caso di amministratore dimissionario o di suo decesso mentre per i condomini “minimi” nulla osta nominare l'amminis