Discrepanza sulla residenza del contribuente e legittimità della notifica

di Giovambattista Palumbo

Pubblicato il 9 giugno 2016

se vi sono incertezze sul domicilio del contribuente quali sono i presupposti della legittimità della notifica? Il fisco ha l’onere di accertare l'attuale residenza anagrafica del contribuente, potendo la stessa essere variata rispetto a quella indicata nell'ultima dichiarazione dei redditi

pecLa Commissione Tributaria Regionale della Toscana, con la sentenza n. 250/17/16 del 11 febbraio 2016, ha chiarito i termini e presupposti di legittimità della notifica tributaria, con specifico riferimento al caso in cui vi sia una divergenza tra la residenza dichiarata dal contribuente e quella automaticamente assegnata dal sistema informatico dell’Amministrazione Finanziaria.

Nel caso di specie l’Agenzia delle Entrate aveva rettificato il valore di alcuni cespiti (terreni) caduti in successione.

La Commissione Tributaria Provinciale riteneva che l'eccezione di tardività dell'impugnazione, sollevata dall'Ufficio, fosse fondata, in quanto la notificazione dell’avviso di liquidazione si era perfezionata, per compiuta giacenza, determinando, così, la tardività dell’impugnazione.

La tesi del ricorrente, secondo la quale tale notificazione sarebbe stata, in realtà, nulla, in quanto eseguita in un luogo ove egli non aveva né residenza, né dimora, n