I nuovi reati dei sostituti d'imposta

Il D.Lgs. 158/2015 ha riformato le disposizioni che disciplinano i comportamenti aventi rilevanza penale per i sostituti di imposta prevedendo che, oltre agli omessi versamenti di ritenute alla fonte operate, anche l’omessa presentazione della dichiarazione del modello 770 (semplificato o ordinario) vada a costituire presupposto penalmente rilevante.
OMESSA PRESENTAZIONE DEL MODELLO 770
Come noto, l’articolo 5 del d.Lgs. 74/2000 disciplina i reati riconducibili alle omesse presentazioni delle dichiarazioni relative all’IVA e alle imposte dirette.
Il D.Lgs. 158/2015 introduce il nuovo comma 1 bis all’articolo 5, sopra evocato, per prevedere il reato riconducibile all’omessa presentazione del modello 770.
Per una più completa visione del tema appare interessante prendere lettura dell’articolo in trattativa:
1. E’ punito con la reclusione da un anno e sei mesi a quattro …

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in alto a destra. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it