Reverse charge e servizi di pulizia: il caso delle prestazioni occasionali


si pone il problema di comprendere quando le predette prestazioni, astrattamente riconducibili in una delle attività individuate dai codici Ateco 2007 richiamati dall’Agenzia delle entrate con la predetta Circolare, si considerino poste in essere occasionalmente. In questo caso la “prestazione occasionale” dovrà essere assoggettata ad IVA secondo le modalità ordinarie, quindi senza l’applicazione dell’inversione contabile

 

Contenuto disponibile solo per utenti abbonati

Per continuare a leggere il contenuto di questa pagina è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione in alto a destra. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?


Partecipa alla discussione sul forum.