Riaperti i termini per rivalutare terreni e partecipazioni

di Nicola Forte

Pubblicato il 11 febbraio 2015

anche per il 2015 la Legge di Stabilità ha riaperto i termini per fruire della rivalutazione dei terreni edificabili e delle partecipazioni detenute al di fuori dell’attività d’impresa: ecco le regole per aderire

La Legge di stabilità 2015 ha riaperto i termini per fruire della rivalutazione dei terreni edificabili e delle partecipazioni detenute al di fuori dell’attività d’impresa eventualmente esercitata (art. 1 - comma 626 - L. 23 dicembre 2014 n. 190).

Le condizioni economiche sono però parzialmente diverse rispetto al passato avendo il Legislatore previsto un incremento delle imposte sostitutive dovute. Il comma 626 è intervenuto sul testo del D.L. n. 282/2002, ma il successivo comma 627 ha disposto l’aumento del 100 per cento delle imposte sostitutive del 2 e del 4 per cento. A seguito di tale intervento normativo i tributi dovuti risultano così incrementati, rispettivamente, al 4 e all’8 per cento. L’ultima proroga faceva riferimento ai terreni e al