La trasformazione di una S.a.s. indebitata in S.r.l. è possibile?

di Roberto Mazzanti

Pubblicato il 20 settembre 2014

è possibile trasformare in S.r.l. una società S.a.s. che si trova in una situazione di forte indebitamento? Quali sono i riflessi per i soci della S.a.s.?

Quesito:

Gent. mo Rag. Roberto Mazzanti, avrei bisogno di un suo autorevole parere.

Ho un quesito da porre relativamente ad una Sas.

Si tratta di una sas con quattro soci, due accomandanti e due accomandatari, svolge attività di bar e pasticceria dal 2006 e ogni anno chiude con un utile di €45.000 circa.

Ha debiti solo con l'esattoria, per Inps dipendenti e anche i soci accomandatari hanno circa € 30.000 di debiti ciascuno per contributi personali Inps non versati.

Per alleggerire il carico fiscale e contributivo vorremmo continuare l'attività in forma di srl (anche di quelle a capitale ridotto) con quattro soci ed un solo amministratore.

Vorrei essere consigliata su due strade da seguire:

  1. mettere in liquidazione questa società ( per i debiti che ci sono in esattoria faccio comunque una dilazione)e costituisco una srl nuova;

  2. trasformare questa sas in srl e continuare l'attività.

In entrambi i casi come mi devo regolare con le licenze?

Nel secondo caso i debiti in esattoria che fine fanno?

Tra queste due strade qual è la più conveniente e anche la meno costosa?

Risposta:

Premesso che questa Rubrica si occupa di Diritto Societario, risponderemo solo alle domande attinenti la materia, rinviando il gentile abbonato alla Redazione del Commercialista Telematico per gli altri quesiti.

Cosa che consigliamo per gli aspetti che a quanto sembra costituiscono il “cuore del problema”; cioè alleggerire il carico fiscale e contributivo.

Infatti, non è detto che nella s.r.l. i soci (quelli che lavorano nel bar-pasticceria) potranno risparmiare i contributi Inps commercianti, viste le norme attualmente in vigore.

Fatta questa premessa, veniamo agli aspetti societari del problema.

La liquidazione della s.a.s. attualmente operativa e la contemporanea costituzione di una nuova società, presuppo