Bonus IRPEF: attenzione ai casi particolari

L’art. 1 del DL 24.4.2014 n. 66, entrato in vigore il 24.4.2014 e in corso di conversione in legge, ha previsto, per il 2014, un credito d’imposta destinato ai lavoratori dipendenti e ai titolari di alcuni redditi assimilati, con un reddito complessivo IRPEF non superiore ad € 26.000,00.
 
 
In merito alla fruizione del beneficio in argomento si è espressa repentinamente l’Agenzia delle Entrate (con la circolare del 28.4.2014 n. 8) chiarendo, tra l’altro, che i sostituti d’imposta avrebbero dovuto riconoscere detto bonus, in aggiunta alle retribuzioni erogate, senza attendere alcuna richiesta esplicita da parte dei beneficiari, dimenticandosi, però, di regolare tutti i rapporti particolari, tra sostituto e lavoratore, che si sarebbero potuti facilmente verificare nella prassi quotidiana. A colmare tale lacuna è intervenuta, …

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in alto a destra. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it