La rivalutazione dei beni di impresa versione 2014

La Legge di Stabilità 2014 ha riaperto i termini per l’effettuazione della rivalutazione dei beni di impresa presenti sia nel bilancio 2013 che in quello 2012. A differenza del precedente intervento normativo, che aveva riguardato gli immobili e consentiva di effettuare la rivalutazione anche soltanto ai fini civilistici, l’attuale disciplina riguarda tutti i beni di impresa e produce sempre effetti fiscali. Una possibilità che riguarda anche i beni immateriali come marchi e diritti di brevetto.
Sono esclusi i beni in leasing.
E’ prevista l’applicazione di un’imposta sostitutiva del 16% o del 12% da versare in 3 rate annuali senza interessi.
Gli effetti sono riconosciuti a partire dal 2016.
Rif. Normativi:
Legge 27 dicembre 2013, n. 147, art. 1 commi da 140 a 146;
Legge 21 novembre 2000, n. 342, artt. 11, 13, 14 e 15;
D.M. 13 aprile 2001…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in alto a destra. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it