I nuovi contribuenti minimi: analisi del regime di vantaggio

A decorrere dal 1° gennaio 2012, il regime dei “contribuenti minimi” di cui all’art. 1, commi da 96 a 117, della L. 24 dicembre 2007, n. 244 è stato riformato dall’art. 27 del D.L. 6 luglio 2011, n. 98, prevedendone l’applicazione per il periodo d’imposta in cui l’attività è iniziata e per i quattro successivi esclusivamente alle persone fisiche che iniziano un’attività di impresa, artistica o professionale (ovvero se l’attività è iniziata dopo il 31 dicembre 2007) e i lavoratori in mobilità che sono in possesso dei
requisiti indicati nel citato art. 27.
Il regime fiscale di vantaggio, del quale possono beneficiare, consiste nell’applicazione di un’imposta sostitutiva dell’Irpef (e delle relative addizionali regionale e comunale) con l’aliquota del 5%.

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it