Induttivo & PVC: determinazione dell’imposta evasa

di Antonio Gigliotti

Pubblicato il 18 dicembre 2013



quando le scritture contabili imposte dalla legge non sono state tenute o sono irregolari, possono essere legittimamente utilizzati i PVC redatti dalla Guardia di Finanza, oltre che l’accertamento induttivo

Al giudice penale compete la determinazione dell’imposta evasa. A tal fine, quando le scritture contabili imposte dalla legge non sono state tenute o sono irregolari, possono essere legittimamente utilizzati i PVC redatti dalla Guardia di Finanza, oltre che l’accertamento induttivo di cui all’articolo 39 del D.P.R. n. 600/1973. È quanto affermato dalla Corte Suprema Corte di Cassazione con la sentenza 25 febbraio 2013, n. 9043.

Scarica il documento