Formazione e sicurezza sul lavoro: gli obblighi dell’imprenditore

di Sandro Cerato - Il Caso del Giorno

Pubblicato il 20 dicembre 2013

formazione e sicurezza sui luoghi di lavoro sono sempre necessarie, soprattuto se variano le condizioni di rischio a cui è esposto il lavoratore

A norma dell’articolo 37 D. Lgs. n. 81/2008 il datore di lavoro è tenuto ad assicurare, a ciascun lavoratore, “una formazione sufficiente ed adeguata in materia di salute e sicurezza, anche rispetto alle conoscenze linguistiche, con particolare riferimento a concetti di rischio, danno, prevenzione, protezione, organizzazione della prevenzione aziendale, diritti e doveri dei vari soggetti aziendali, organi di vigilanza, controllo, assistenza, nonché sui rischi riferiti alle mansioni e ai possibili danni e alle conseguenti misure e procedure di prevenzione e protezione caratteristici del settore o comparto di appartenenza dell'azienda”.

La formazione e, ove previsto, l'addestramento specifico, devono avvenire, in ogni caso, in occasione della costituzione del rapporto di lavoro (o dell'inizio dell'utilizzazione qualora si tratti di somministrazione di lavoro), ovvero in occasione del trasferimento o cambiame