L’imposta patrimoniale sugli immobili detenuti nel Regno unito

di Sandro Cerato - Il Caso del Giorno

Pubblicato il 29 novembre 2013

date le particolari norme giuridiche sulla proprietà immobiliare nel Regno Unito, pubblichiamo una guida al calcolo dell'IVIE per gli immobili di proprietà di contribuenti italiani

Sono incisi dall’imposta sul valore degli immobili detenuti all’estero (Ivie), oltre ai proprietari di fabbricati, aree fabbricabili e terreni a qualsiasi uso destinati (compresi quelli strumentali per natura o per destinazione destinati ad attività di impresa o di lavoro autonomo), anche i titolari di diritti reali di usufrutto, uso o abitazione, enfiteusi e superficie sugli stessi e non, invece, i titolari della nuda proprietà. Peraltro, per individuare i diritti reali di cui sopra (usufrutto, uso o abitazione, enfiteusi e superfici) si deve far riferimento alle regole previste dagli ordinamenti esteri in cui l’immobile è ubicato.

 

Con particolare riferimento agli immobili situati in Paesi di common law (Regno Unito), sono tenuti al pagamento dell’Ivie i titolari del diritto al possesso dei beni c.d. leasehold (istituto che attribuisce un diritto all’utilizzo dell’immobile solitamente per un prolungato periodo di tempo, dietro il pagamento di un corrispettivo) e non, invece, i titolari della proprietà fondiaria assoluta c.d. freehold. Nei paesi di common low