In arrivo anche l’acconto IVIE per gli immobili all’estero

di Sandro Cerato - Il Caso del Giorno

Pubblicato il 20 novembre 2013

il prossimo 2 dicembre scade anche il termine per il versamento del secondo acconto IVIE, dovuto per gli immobili posseduti all'estero

Come già argomentato su queste colonne, la Legge di stabilità per il 2013 è intervenuta in maniera significativa sull’imposta sul valore degli immobili situati all’estero (IVIE) di proprietà di persone fisiche residenti nel territorio dello Stato, stabilendo che detta imposta si sarebbe dovuta applicare dal 2012 e che l’imposta versata nel 2011, per il 2012, avrebbe rappresentato un acconto dell’IVIE dovuta per il 2012. Peraltro, con l’esclusiva finalità di evitare censure a livello comunitario, posto che la Commissione europea aveva sollevato l’esistenza di alcuni profili discriminatori di queste imposte rispetto ai corrispondenti prelievi nazionali, è stata introdotta una modifica alle modalità di versamento del tributo in argomento: per il versamento, la liquidazione, l'accertamento, la riscossione, le sanzioni e i rimborsi nonché per il contenzioso, relativamente all'imposta sugli immobili esteri, si