IVA indetraibile: deducibilità ai fini delle imposte dirette e rilevazioni contabili

la gestione dell’IVA indetraibile presenta sempre molti dubbi nella gestione pratica: presentiamo un’analisi delle scritture contabili da eseguire (con esempi pratici) e dell’impatto dell’indetraibilità dell’IVA sul reddito

Il diritto di detrarre l’Iva sugli acquisti inerenti all’attività esercitata subisce, secondo il Decreto del Presidente della Repubblica 26.10.1972, n. 633, limiti di diversa natura. In tutti i casi di imposta non detratta, il soggetto passivo sopporta un onere che influenza la gestione economica dell’azienda per cui si pone il problema di verificarne i presupposti ed i limiti di deducibilità ai fini delle imposte dirette. L’argomento verrà affrontato tenendo conto delle indicazioni fornite dal Ministero delle Finanze ed ipotizzando la registrazione in partita doppia delle fattispecie proposte…


Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it