Imposta di registro: la guida delle Entrate, oggi analizziamo divisione, permuta, enfiteusi, uso, usufrutto e abitazione

di Federico Gavioli

Pubblicato il 10 giugno 2013



recentemente l'Agenzia delle entrate ha chiarito i dubbi sulla tassazione degli atti notarili con una corposa circolare; analizziamo alcune delle posizioni dell'Agenzia su divisione, permuta, enfiteusi, uso, usufrutto e abitazione

L’Agenzia delle Entrate ha diffuso la corposa circolare n.18/E del 29 maggio 2013 sulla tassazione degli atti notarili; si tratta di una vera e propria guida pratica di stampo prettamente operativo nel settore della tassazione degli atti notarili, che sarà periodicamente aggiornata, che ha come finalità quella di offrire a operatori del settore e contribuenti, uno strumento di facile consultazione.

L’obiettivo che l’amministrazione finanziaria intende perseguire, con l’emanazione di questa guida operativa , è quello di rendere omogenea ed uniforme la tassazione degli atti notarili su tutto il territorio nazionale, con l’auspicio che la pubblicazione di tale vademecum comporti come indiretta conseguenza, anche una diminuzione delle casistiche conflittuali che possono insorgere tra i contribuenti ed i notai da un lato e l’Amministrazione finanziaria dall’altro, nella prospettiva di una azione amministrativa più efficiente ed efficace, oltre che più trasparente.

La guida è suddivisa in sei parti, le prima riguardano i principi generali e di interesse più diffuso, come il trasferimento di fabbricati e terreni, le donazioni a titolo gratuito; a seguire , l’attenzione dei tecnici delle Entrate è focalizzata sul regime impositivo degli atti societari.

Scarica il documento