La donazione tra padre e figlio di unità immobiliari che vengano successivamente vendute da quest’ultimo entro ristretto arco temporale rappresenta negozio fiscalmente simulato?

di Enzo Di Giacomo

Pubblicato il 22 novembre 2012

l'atto di donazione di immobili interno alla famiglia può essere un modo per eludere la tassazione delle plusvalenze ai fini IRPEF?

 

 

 

 

 

La Suprema Corte, con la sentenza 25 luglio 2012, n. 13089, ha affermato che una operazione di donazione tra padre e figlio di unità immobiliari che vengano successivamente vendute da quest’ultimo entro ristretto arco temporale realizza un’interposizione fittizia personale per cui scatta l’accertamento della maggiore Irpef sulla plusvalenza.

 

Dichiarazione dei redditi: attività di controllo

Il Dpr n. 600 del 1973 prevede all’art. 37, comma 3, che l’ufficio finanziario in sede di rettifica o di accertamento d’ufficio può imputare al contribuente i redditi di cui appaiono titolari altri soggetti nel momento in cui viene dimostrato, anche sulla base di presunzioni gravi precise e concordanti, che egli ne è l’effettivo titolare per interposta persona. Tale disposizione non presuppone gio