Finanziamento ai partiti: novità in materia di detrazione IRPEF e IRES

di Sandro Cerato - Il Caso del Giorno

Pubblicato il 1 ottobre 2012

in questo periodo di estrema tensione sul finanziamento pubblico ai partiti, vediamo quali sono le attuali regole ed eventuali vantaggi fiscali per i contribuenti che decidono di finanziare in proprio un partito politico

Il Legislatore, con la legge 6 luglio 2012 n. 96 recante, tra l’altro, norme in materia di riduzione dei contributi pubblici in favore dei partiti e dei movimenti politici, nonché misure per garantire la trasparenza e i controlli dei rendiconti dei medesimi, è intervenuto per modificare, a decorrere dal 1 gennaio 2013, la disciplina riguardante la detrazione d’imposta ai fini delle imposte sui redditi (IRES e IRPEF) prevista per l’ erogazioni liberali di denaro effettuate in favore di partiti e movimenti politici.

 

Novità in materia di detrazioni IRPEF

L’art. 7 c. 1 della legge L. 6.luglio 2012 n. 96 modifica, a decorrere dal 2013, la disciplina dell’art. 15 co. 1 bis del TUIR, in materia di detrazione IRPEF del 19%, in relazione alle erogazioni liberali in denaro effettuate in favore di partiti politici e movimenti politici. Per tutto il periodo d’imposta 2012 è riconosciuta a tutti