Reti di imprese: novità su pubblicità e bilancio

di Sandro Cerato - Il Caso del Giorno

Pubblicato il 21 settembre 2012

il Decreto per la crescita, al fine di incentivare le aggregazioni imprenditoriali, ha modificato alcuni degli obblighi delle cd. "reti di imprese" per rendere tale forma aggregativa più appetibile

L’art. 45 del D.L. 22 giugno 2012, n. 83 (c.d. Decreto Crescita) ha introdotto diverse modifiche alla disciplina dei contratti di rete, principalmente sotto il profilo degli adempimenti camerali. In primo luogo, è stato previsto – nell’ambito dell’art. 3, c. 4-ter, del D.L. 10 febbraio 2009, n. 5 – uno specifico regime con riferimento al caso del contratto di rete che contempla l’istituzione di un fondo patrimoniale e di un organo comune destinato a svolgere un’attività, anche commerciale, con i terzi:

  • gli adempimenti pubblicitari di cui al successivo comma 4-quater si intendono assolti mediante l’iscrizione del contratto di rete nel registro delle imprese del luogo dove la stessa ha sede. A questo proposito,