La nuova S.r.l. a capitale ridotto per gli “over 35”

Il “decreto crescita e sviluppo” (D.L. 22 giugno 2012 n. 83, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 26 giugno 2012 n.147) ha introdotto significative novità nel campo del diritto societario. Allo scopo di accogliere le critiche che sono derivate dalla imposizione di limiti di età per la costituzione della s.r.l. semplificata, il governo Monti ha voluto introdurre una nuova figura di società a responsabilità limitata: la s.r.l. a capitale ridotto.

Tale ultimo provvedimento costituisce un ulteriore piccolo incentivo all’imprenditoria italiana di più ridotte dimensioni ed estende il beneficio della “s.r.l. semplificata” anche agli “over 35”.

Riferimenti normativi:

  • D. L. 22 giugno 2012, n. 83 art. 44

  • Codice Civile, art. 2463-bis

 

Premessa

L’art. 3 del c.d. “Decreto Liberalizzazioni” (D.L. 24 gennaio 2012 n. 1), allo scopo di favorire il processo di semplificazione nel mondo delle imprese ha introdotto la possibilità di costituire società a responsabilità limitata per le persone fisiche che, alla data di costituzione della società, non hanno compiuto i trentacinque anni di età. L’intento della norma è stato quello di favorire l’ingresso dei giovani nel mondo del lavoro, alla stregua dei regimi fiscali agevolativi già previsti nel nostro ordinamento. In sede di conversione del decreto legge, la Legge 24 marzo 2012 n. 27, modificando in parte i contenuti del citato decreto, ha introdotto un nuovo articolo 2463-bis del codice civile, contenente disposizioni per la “società a responsabilità limitata semplificata”.

Con il recente “decreto crescita e sviluppo” (D.L. 22 giugno 2012 n. 83, pubblicato sulla G.U. del 26 giugno 2012) si è intervenuti nuovamente sulla disciplina della società a responsabilità limitata. Sempre nell’ottica di assicurare una maggiore semplificazione per le imprese, nonché allo scopo di superare i limiti che erano emersi dopo la previsione della s.r.l. “semplificata”, il decreto di giugno ha, infatti, previsto l’introduzione della “società a responsabilità limitata a capitale ridotto”.

Se non emergeranno ulteriori modifiche in sede di conversione in legge, dunque, si avrà la possibilità di optare per una delle seguenti tipologie di società a responsabilità limitata:

  • la s.r.l. “normale”;

  • la s.r.l. “semplificata”;

  • la s.r.l. “a capitale ridotto”.

 

La s.r.l. “semplificata”

Come si è detto, la legge 24 marzo 2012 n. 27 di conversione con modificazioni del decreto legge 24 gennaio 2012 n. 1, (“disposizioni urgenti per la concorrenza, lo sviluppo delle infrastrutture e la competitività”) ha introdotto un’importante novità nel mondo delle imprese, ossia la possibilità di costituire una società a responsabilità limitata “semplificata” per gli under 35.

In particolare, secondo quanto disposto dal nuovo art. 2463 bis c.c., è possibile la costituzione di una società a responsabilità limitata semplificata da parte di una o più persone fisiche che non abbiano ancora compiuto i trentacinque anni di età. La nuova s.r.l. prevede un capitale minimo di un solo euro; pertanto, diversamente dalle altre tipologie di società di capitali, la s.r.l. semplificata è, di fatto, priva del capitale di rischio. Altra differenza rispetto alle altre società di capitali è che gli amministratori debbono essere obbligatoriamente scelti tra i soci.

Alla stregua delle altre società di capitali, comunque, la nuova forma societaria, è dotata di una propria personalità giuridica e gode della “autonomia patrimoniale perfetta”. La prima versione del decreto, prima della conversione in legge, prevedeva, inoltre, che la costituzione potesse essere fatta anche mediante una semplice scrittura privata. Le modifiche apportate in sede di conversione, invece, hanno specificato che l’atto costitutivo deve essere redatto per atto pubblico, anche se è stato previsto che l’intervento del notaio debba essere a titolo gratuito; la legge ha disposto, inoltre, che l’atto costitutivo debba essere conforme al modello…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it