Invio tardivo di UNICO: chi paga le sanzioni

La L. 27 dicembre 2006, n. 296 (Finanziaria 2007) con l’art. 1, commi 33 e 34 ha ridisegnato il sistema delle fattispecie sanzionatorie applicabili ai soggetti abilitati a prestare assistenza fiscale, nonché agli intermediari incaricati della trasmissione telematica delle dichiarazioni, disciplinate dagli artt. 7 bis e 39, D.Lgs. 9 luglio 1997, n. 241.
Sull’applicazione delle sanzioni agli intermediari è recentemente intervenuta la Commissione tributaria regionale del Lazio che con la sentenza n. 420/38/11 ha affermato che la mancata presentazione delle dichiarazioni dei redditi è da attribuirsi esclusivamente al comportamento del professionista, che è obbligato ad attenersi esclusivamente alle norme previste, e delegato a presentare nei termini le dichiarazioni ricevute dai contribuenti; eventuali disservizi richiamati dallo stesso professionista, ma non attestati dall’Erario, sono ininfluenti…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it