Lavoratori autonomi occasionali: controlli sull’invio delle comunicazioni via mail

di Angelo Facchini

Pubblicato il 28 aprile 2022

L’INL ha aperto al doppio canale di trasmissione delle comunicazioni di avvio al lavoro degli autonomi occasionali, online e via mail (nota n. 881/2022). L’Ispettorato ha altresì chiarito che le trasmissioni via mail saranno più soggette a controlli. E’, infatti, più difficile avere un quadro complessivo delle trasmissioni effettuate dallo stesso committente e dei relativi contenuti relativi alle assunzioni. Le sanzioni vanno dai 500 ai 2.500 euro per ogni lavoratore autonomo occasionale per cui è stata omessa o ritardata la comunicazione.