Interpelli: per i superbonus trainati l’intervento deve essere agevolabile

di Angelo Facchini

Pubblicato il 7 novembre 2022

L’Agenzia delle entrate, con risposta n. 547 del 4 novembre 2022, chiarisce che le detrazioni relative ad interventi edilizi e, in particolare, per l’eliminazione delle barriere architettoniche, anche ai fini del superbonus, spettano per le spese strettamente connesse alla realizzazione delle opere agevolabili e non comprendono anche i costi sostenuti per l’acquisto dell’unità immobiliare oggetto dei lavori. Il quesito: un condominio vuole installare un ascensore e farlo confluire nel superbonus quale intervento “trainato” di rimozione di barriere architettoniche, effettuate sulle parti comuni dell’edificio. Per realizzare la struttura è necessario acquistare la cantina di proprietà di uno dei condomini che ospiterà il vano motore e la fossa di termine corsa inferiore. Si chiedeva se le spese sostenute per l’acquisto del locale possano usufruire della detrazione del 110% in quanto connesse all'installazione dell'ascensore.