Imprese alberghiere e termali: rivalutazione gratuita dei beni

di Angelo Facchini

Pubblicato il 15 aprile 2022

Il decreto Liquidità ha previsto, per le imprese dei settori alberghiero e termale, la possibilità di rivalutare i beni posseduti senza pagamento dell’imposta sostitutiva, ma nel rispetto delle categorie omogenee. La si può effettuare sia nel bilancio 2020, sia nel bilancio 2021 (o parte nel primo bilancio e parte nel secondo). Nella compilazione del modello Redditi, il rigo RQ110 andrà valorizzato nel caso venga affrancato il saldo attivo di rivalutazione con il versamento della sostitutiva al 10%; in caso contrario, no.