Cura Italia: sospese le società di comodo

di Angelo Facchini

Pubblicato il 27 marzo 2020

La disciplina delle società di comodo, di cui all’’art. n. 30 della L. 724/1994,  viene disapplicata dal decreto Cura Italia. Nello specifico: per le società non operative l’esclusione riguarderà il periodo di imposta 2020 (Redditi 2021); per le società in perdita persistente da 5 periodi di imposta, oppure da 4 periodi e il quinto con ricavi inferiori a quelli minimi, l’esclusione riguarderà il periodo di imposta 2021 (Redditi 2022).