Agenzia delle entrate: interpello cessione ecobonus

di Angelo Facchini

Pubblicato il 4 febbraio 2021



Nella risposta all’interpello n. 76 del 2 febbraio 2021, l’Agenzia delle entrate chiarisce che la cessione del credito d’imposta per ecobonus ad una società da un’altra che lo aveva ricevuto dai condòmini a parziale pagamento delle fatture, potrà essere sfruttata soltanto in compensazione, essendo esclusa ogni altra forma di utilizzo o richiesta di rimborso. La sopravvenienza attiva, determinata dalla differenza tra valore nominale e costo di acquisto del credito, dovrà concorrere alla formazione del reddito imponibile nell’esercizio in cui il bonus è acquisito.