Ratei di tredicesima con esonero IVS del 2% se corrisposti dopo luglio

di Antonella Madia

Pubblicato il 18 novembre 2022

La riduzione della contribuzione IVS stabilita da parte della Legge di Bilancio 2022 prima e dal Decreto Aiuti bis poi, comporta anche una particolare gestione della tredicesima mensilità, a seconda che la corresponsione sia avvenuta con ratei insieme alle restanti mensilità, oppure che sia corrisposta una tantum durante l'anno.
Su tale aspetto fornisce opportuni chiarimenti l'Istituto Previdenziale.

ratei tredicesima esonero ivsPer i contributi a carico del lavoratore la Legge di Bilancio 2022 ha introdotto un esonero, che va a diminuire il carico contributivo dovuto da parte del lavoratore medesimo; con tale sgravio, la quota di contributi IVS (invalidità, vecchiaia e superstiti) a carico del lavoratore diminuisce dello 0,8%.

Successivamente, e per i periodi di paga dal 1° luglio 2022 al 31 dicembre 2022, il Decreto Legge 9 agosto 2022 n. 115 (Decreto Aiuti bis), con l'articolo 20, comma 1, prevede un ulteriore aumento dell'esonero già citato per una percentuale pari ad 1,2% in più rispetto alla riduzione prec