Contributi a fondo perduto per ristoranti, alberghi, bar e settore Horeca e fondo per il sostegno delle attività economiche chiuse

di Cinzia De Stefanis

Pubblicato il 3 agosto 2021

Breve analisi delle nuove risorse, stanziate con la legge di conversione al Decreto Sostegni bis, per il settore degli alberghi, ristoranti e bar, allo scopo di sostenere le imprese del settore danneggiate dalla crisi economica da Covid, nonchè del fondo per il sostegno delle attività economiche chiuse, al fine di favorirne la continuità.

Al fine di mitigare la crisi economica derivante dall’emergenza epidemiologica da Covid-19 alle imprese operanti nei settori del wedding, dell’intrattenimento, dell’organizzazione di feste e cerimonie e del settore dell’Hotellerie-Restaurant-Catering (Horeca), sono erogati contributi a fondo perduto per un importo complessivo di 60 milioni di euro per l’anno 2021, che costituisce limite massimo di spesa.

E’ con l’articolo 1 ter della legge di conversione al decreto sostegni bis che vengono stanziate nuove risorse per il settore degli alberghi, ristoranti e bar.

 

Contributi a fondo perduto per ristoranti, alberghi, wedding, intrattenimento e HORECA

Ammontare risorse

fondo perduto ristoranti alberghiRiconoscimento di contributi a fondo perduto per un importo complessivo pari a 60 milioni di euro per l’anno 2021, che costituisce limite massimo di spesa.

Una quota dello stanziamento pari:

  • a 10 milioni di euro è destinata alle imprese operanti nel settore dell’HORECA;
     
  • mentre un’altra quota del medesimo importo è destinata alle imprese operanti nel settore, diverso dal wedding, dell’intrattenimento e dell’organizzazione di feste e cerimonie.

 

Emanazione successivo decreto

Con un successivo decreto del Ministro dello sviluppo economico, emanato di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze, da adottare entro trenta giorni dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del decreto sostegni bis, sono stabiliti i criteri e le modalità di applicazione della misura e tenendo altresì conto della differenza tra il fatturato annuale del 2020 e il fatturato annuale del 2019.

 

Parere UE

L’efficacia della misura è subordinata (articolo 108, paragrafo 3, del Trattato sul funzionamento dell’Unione europea), all’autorizzazione della Commissione europea.

 

Settore HORECA

Con Horeca si intende definire uno specifico settore commerciale, quello dell’"Hotellerie-Restaurant-Café" esso si riferisce alle aziende:

  • alberghiere; di ristorazione;
  • catering, ristoranti e bar, con questa accezione, includiamo pertanto tutte le attività connesse ai consumi fuori casa detti anche (Away From Home, AFH).

L’acronimo Ho.Re.Ca. è legato principalmente ai consumi alimentari è può essere utilizzato dai produttori di beni alimentari e bevande per suddividere il fatturato in due tipologie, quella appunto destinata al canale Ho.Re.Ca. da quella diretta alla GDO (Grande Distribuzione Organizzata) e al commercio all'ingrosso (retailers).

In questo modo è possibile ottenere una netta distinzione tra i prodotti alimentari extra-domestici e quelli destinati al consumo domestico.

...

[L'articolo continua nel PDF scaricabile]

 

A cura di Cinzia De Stefanis

Lunedì 2 agosto 2021

 

Scarica la versione integrale dell'articolo in PDF
Scarica il documento