Nuove scadenze per le rate da rottamazione ter

di Danilo Sciuto

Pubblicato il 27 luglio 2021

Arrivata la tanto attesa modifica dei termini per il versamento delle rate relative alla definizione agevolata di carichi affidati all'agente della riscossione...

Per tutti i contribuenti che hanno aderito alla c.d. rottamazione ter ha destato preoccupazione l’idea di dover versare in unica soluzione le rate sospese per effetto delle norme emanate a seguito della situazione di emergenza.

In effetti, tale era la prospettiva prima della conversione in legge del D.L. 73/21, posto che nessuna norma prevedeva alcunchè al riguardo.

Per fortuna dei contribuenti (ma anche dell’erario, che difficilmente avrebbe incassato in toto le somme sospese) l’articolo 1-sexies della Legge 106/2021 (di conversione del predetto DL) ha rimodulato i termini di versamento delle rate dovute nel biennio 2020-2021 anche per questa norma condonistica.

 

Le nuove scadenze delle rate da rottamazione ter

scadenze rate rottamazione ter

In particolare, si distingue tra rate scadute nel 2020 e rate scadute nel 2021.

Rate scadute nel 2020

Per le prime, è previsto che il versamento delle rate da corrispondere il 28 febbraio, il 31 marzo, il 31 maggio e il 31 luglio 2021 sia considerato tempestivo (ovvero non determina l'inefficacia delle stesse definizioni) se effettuato integralmente, con applicazione della norma che disciplina i casi di tardivo versamento delle relative rate non superiore a cinque giorni, entro il:

  1. 31 luglio 2021, relativamente alle rate in scadenza il 28 febbraio 2020 e il 31 marzo 2020;
     
  2. 31 agosto 2021, relativamente alla rata in scadenza il 31 maggio 2020;
     
  3. 30 settembre 2021, relativamente alla rata in scadenza il 31 luglio 2020;
     
  4. 31 ottobre 2021, relativamente alla rata in scadenza il 30 novembre 2020.

 

Riepilogando il tutto in forma tabellare, si ha:

Scadenza originaria
Scadenza modificata

28/2/2020

31/7/2021

31/5/2020

31/8/2021

31/7/2020

30/9/2021

30/11/2020

31/10/2021

 

In virtù della già menzionata applicazione della regola per cui sono ritenuti validi i canonici cinque giorni di tolleranza, si ha che per la scadenza del 31/7 (sabato), il termine effettivo per il pagamento è il 9 agosto 2021.

 

Diverso il discorso per le rate 2021

Per esse la norma sembra non ammettere alcun ulteriore rinvio, affermando che le rate in scadenza nel 2021 vengono slittate, in unica soluzione, al 30 novembre 2021.

Si ritiene tuttavia fondata l’aspettativa di un ulteriore rinvio scaglionato (così come previsto per le rate 2021), posto che per tantissime aziende risulterebbe oltremodo pesante regolarizzare tali rate tutte in unica soluzione.

Ma per saperne di più, occorre attendere la legislazione dell’autunno.

 

A cura di Danilo Sciuto

Martedì 27 luglio 2021